Utilizzo dei FANS nel trattamento del Morbo di Alzheimer

Utilizzo dei FANS nel trattamento del Morbo di Alzheimer: revisione sistematica e meta-analisi degli effetti del trattamento.
Ma l'aspetto neuroinfiammatorio è una concausa assai rilevante nella patogenesi della malattia. Ridurre lo stato infiammatorio è tuttavia molto importante

Miguel–Álvarez M, et al. – Il morbo di Alzheimer (AD) è la causa di più di due terzi dei casi di demenza. Sebbene non esista un trattamento efficace contro questo disturbo, il fatto che sia associata alle neuroinfiammazioni fa presumere la possibilità che i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) possano rappresentare una potenziale opzione teraupetica. L'obiettivo di questo studio era quello di valutare l'efficacia dei FANS nel trattamento del morbo di Alzheimer mediante la realizzazione di una meta-analisi. 

Sulla base delle evidenze preliminari attualmente disponibili, sembrerebbe che non vi sia alcun effetto benefico dovuto ai FANS sulle funzioni cognitive o sulla gravità globale del morbo di Alzheimer. Dunque, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche in questo ambito, le evidenze disponibili non supportano l'utilizzo dei FANS per il trattamento del morbo di Alzheimer.